Casa del Trashometro
sostare il cursore su titoli di film e nomi di persone per aprire la scheda.

domenica 27 agosto 2006

Final Fantasy VII: Advent Children

Mai cazzeggiare con l'energia vitale del pianeta che ti ospita.
Questa è la lezione che i tizi di Final Fantasy VII: Advent Children hanno imparato. Anni addietro la compagnia Shinra usava l'energia del pianeta per i propri scopi; caduta in disgrazia anche a causa del simpatico Sephiroth, essere geneticamente modificato da loro stessi creato ed al quale ad un certo punto iniziarono a girare parecchio i cosiddetti, ora l'intero pianeta versa in uno stato disastroso: la piaga chiamata geostigma sta lentamente contaminando l'intera popolazione, e molte altre forze sembrano schierarsi contro i pochi che stanno cercando di salvarne gli abitanti.

Pellicola in computer grafica prodotta dalla Square Enix, già autrice della popolarissima serie di videogiochi, questo film rappresenta un buon passo in avanti rispetto al precedente Final Fantasy: The Spirits Within che era molto buono sul piano tecnico, ma deludente in quanto a trama.
Inutile dire che col passare degli anni la qualità della grafica è ulteriormente migliorata (eccezzionali le texture, anche se a mio avviso in quanto ad espressività dei volti e qualità delle animazioni la Pixar è ancora di gran lunga superiore); quel che si fa più sentire è però la presenza di un minimo di sceneggiatura, con discrete introduzioni ai personaggi anche per chi non ha mai giocato al videogame.
Intendiamoci: niente di trascendentale o da storia del cinema, ma quanto meno non si ha l'impressione di trovarsi davanti ad un puro esercizio grafico; discreti (e molto coreografici) i combattimenti - perché poi diciamolo: son tutte scuse per menar le mani... ;-)

Vera pecca è il mancato doppiaggio in italiano: il DVD è in inglese con sottotitoli (italiano, inglese ed altre 100 lingue che nessuno al mondo usa davvero ;-))
Disco con gli extra abbastanza futile: val la pena comprare l'edizione più economica.

Voto: 7.
Tags: , , , , , , , , , .

----------

0 commenti: