Casa del Trashometro
sostare il cursore su titoli di film e nomi di persone per aprire la scheda.

sabato 24 maggio 2008

indy 4

Lo dico subito: niente spoiler.

Dopo una attesa tale che ormai non ci si sperava quasi più, è arrivato anche Indiana Jones and the Kingdom of the Crystal Skull.

Un bel po' di anni dopo l'ultima avventura, l'archeologo Indiana Jones si ritrova coinvolto nell'ennesima caccia al tesoro; questa volta si metterà alla ricerca di alcuni teschi di cristallo dai poteri leggendari, sulle cui tracce sono anche i sovietici.

Moltissima carne al fuoco, nelle due ore del film.
Tirando le somme, funziona perfettamente come esercizio di puro intrattenimento: tutto è spettacolare ed in stile con la serie; certo, alle volte si ha la sensazione che si abbia voluto esagerare e non sempre il susseguirsi degli eventi è entusiasmante come dovrebbe (ma non ci si annoia mai, per carità!).
La sceneggiatura sarebbe anche buona (David Koepp in questo senso è sempre una garanzia), al netto del fatto in film del genere tutta la sceneggiatura che serve è quella necessaria a garantirti un bel giro sulla giostra.
Pecca invece un po' nei dialoghi: troppo spesso le battute sono prevedibili e "chiamate", non sempre all'altezza della saga. Il doppiaggio italiano, mi è parso poi particolarmente poco ispirato.

Nel complesso, la prima metà è una vera goduria, con un Indiana vecchio trascinato di nuovo sul campo; qui le citazioni dal resto della saga e da altri film si sprecano e rasentano il genio puro (un soldino a chi ha colto quella videogiochistica, pur castrata dalle necessità del doppiaggio). Nella seconda metà la trama si complica e, pur apprezzandola nel complesso, finisce con l'ingabbiare un po' la libertà d'azione dei protagonisti, tutti intenti a raggiungere la meta attraverso il maggior numero possibile di inseguimenti.

Se sembra una recensione in parte negativa, è solo perché adoro la prima trilogia; in realtà si tratta di un eccellente film di intrattenimento, sicuramente piacevole da vedere più e più volte. Certo, forse dopo 19 anni si poteva quasi sperare di più, ma forse si tratta solo di un giudizio a caldo.

Molto bello sotto ogni aspetto tecnico, Steven Spielberg alla regia è sempre un manico, mentre devo ancora capire quale sia stato il ruolo di Georges Lucas (che non riesco ancora a stabilire se si tratti di un genio o di un pirla dal clamoroso successo per meriti altrui ;-))

Harrison Ford fa ancora qualcuna delle sue mitiche facce, anche se è chiaro che non è più quello di una volta; sempre brave Karen Allen e Cate Blanchett (qui in un ruolo molto taglia con l'accetta per esigenze di copione, a dire il vero). Per la prima volta non ho trovato del tutto futile Shia LaBeouf (il che non lo rende un buon candidato per raccogliere il testimone di Indy... ma quel fesso di River Phoenix doveva proprio accopparsi? :-|)

Voto: 8-. Un gran bel giro di giostra come se ne vedono pochi di questi giorni, pur non a livello del primo e del terzo capitolo.
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , .

----------

4 commenti:

Lancilnove ha detto...

La citazione videogiochistic aè sicuramente quando Mutt dice: "i profanatori di tombe saranno giustiziati" e indy risponde ...MENO MALE CHE NOI NON LO SIAMO... in inglese profanatori di tombe è TOMB RAIDER...
giusto??? HO VINTO IL SOLDINO!!!!

Cmq sempre ottime le tue recensioni, anche se devo ammettere che per indy non ti sei sbilanciato molto! se ti va passa a legger la mia recensione http://lancil9.splinder.com

Davide Alberani ha detto...

@lancilnove:
Un soldino per lancilnove, prontamente consegnato dalla mia bella assistente tettuta! ;-P

Per indy non mi sono sbilanciato più di tanto perché alcuni aspetti mi hanno lasciato in parte permeplesso, mentre altri mi hanno convinto (cosa successa a molti, mi pare).
E poi perché in fondo sono una Puttana Volitiva(tm). ;-)

PS: gran belle recensioni, appena mi torna una connettività degna di questo nome, linko il tuo blog.

Ciao!

Lancilnove ha detto...

Ma sei proprio un tesoro:)!

Evviva il trash!!!
Ieri ho recuperato il vecchio film: la piccola bottega degli orrori.
Probabilmente è un cult in assoluto, ma anche come trashometro meriterebbe un gran bel voto. Se non l'hai visto te lo straconsiglio per una bella recensione!

Davide Alberani ha detto...

@lancilnove:

L'originale di Corman del 60? Non l'ho mai visto, grave lacuna!

Se invece parli del remake dell'86 di Oz con Rick Moranis, lo considero un grandissimo classico. :-)

E poi che cast incredibile!