Casa del Trashometro
sostare il cursore su titoli di film e nomi di persone per aprire la scheda.

sabato 13 settembre 2008

hancock

Stroncaticchio dalla critica, non partivo con grandi aspettative per Hancock; in effetti i suoi difetti sono evidenti e non certo piccoli, però alla fin fine qualcosa di decente sotto c'è.

Hancock è (per quanto ne sapeva...) l'ultimo della sua specie: immortale, invulnerabile, fortissimo ed in grado di volare.
Un vero supereroe, non fosse che non si sente minimamente in dovere di aiutare il prossimo, e quando lo fa riesce sempre a creare più guai di quanti ne risolva.
La città di Los Angeles gli è ostile, almeno finché non salverà la vita ad un PR idealista che si impegnerà per cambiare la sua immagine.

Inizia cazzaro per poi virare su tematiche più serie, cosa che lo fa forse risultare un po' confuso (nello stile se non nelle intenzioni).
Tutto sommato prevedibile la prima parte, anche se non mancano i momenti simpatici; si eccede un po' con le parolacce e l'umorismo greve (che richiede più classe, se proprio lo si vuole mettere).
Nella seconda metà si scoprono i segreti dell'eroe e le sue origini; le idee qui non sono affatto malvagie, ma risentono del difetto principale dell'intero film, cioè il risultare eccessivamente didascalico: poche le scene con del pathos, le inquadrature si susseguono senza suscitare molto nello spettatore (non ci si diverte troppo, non ci si commuove troppo).

Insomma: una lieve ritoccatina alla sceneggiatura, una robusta ripulita ai dialoghi ed un regista che non fosse un dilettante, e sarebbe stato un eccellente film; purtroppo, tocca accontentarsi.
I "cattivi" andavano definiti meglio e sul finire avrebbe dovuto osare di più in quanto a sacrifici (ma mi rendo conto che è chiedere troppo, alla Hollywood del 2008).

Bravo Smith, Jason Bateman non dà esattamente fondo alle proprie capacità (posto che...), per colpa anche dei dialoghi. La Theron è sempre una meraviglia da guardare, ma il personaggio andava reso meglio.
Non mi hanno fatto impazzire gli effetti speciali: tutta roba che ormai si fa regolarmente - e meglio - in produzioni medio-alte, ed in alcuni casi stridevano un po' (all'inizio forse la cosa era voluta, con il "volo ubriaco", ma poteva comunque essere reso meglio).

In definitiva, simpaticuccio, ma non se ne esce proprio contenti.

Voto: 6 (+/- 0.5 a piacere).
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , .

----------

0 commenti: