Casa del Trashometro
sostare il cursore su titoli di film e nomi di persone per aprire la scheda.

giovedì 29 settembre 2005

F4

Ieri sera ho visto I Fanstatici 4; premesso che mi aspettavo una stupidaggine, devo ammettere che sono uscito dal cinema discretamente soddisfatto.

Nel (folto) gruppo dei film tratti da fumetti, prodotti in massa negli ultimi anni, si piazza con onore tra quelli godibili da vedere, se solo si ha l'accortezza di spegnere il cervello prima di entrare in sala.
Certo, X-Men 2 è un altro pianeta, ma del resto Tim Story non è Bryan Singer (e per fortuna non prova neppure ad esserlo).

Sorvoliamo sulla trama, dato che in realtà tutto si riduce all'introduzione dei personaggi, in attesa - si suppone - di svilupparli meglio nei sequel.
I protagonisti, fisicamente tutti adatti ai ruoi (salvo il Dottor Festino e Jessica Alba, finta bionda ma vera topa), se la cavano discretamente (oddio: "recitare" significa fare altro, ma non sono poi una catastrofe).
L'azione vera e propria si riduce a pochi minuti finali di scontro col cattivissimo Dottor Intestino; il resto, come detto, è introduzione ai poteri dei personaggi con un minimo di approfondimenti psicologici (tutti su La Robba).

Detto questo il film funziona sul piano del ritmo, delle trovate, delle interazioni tra i personaggi ed impressiona per quanto riguarda gli effetti speciali (sicuro candidato ai prossimi Oscar), tra i quali spiccano le fiamme della Torcia e le labbra della Alba.
Meglio ignorare, invece, la verosimiglianza dell'insieme (tutti intelligentissimi ed espertissimi in ogni campo dello scibile e/o ricchi da far schifo e/o in grado di organizzare e partecipare a missioni spaziali in tre settimane nette), ma si sa: la parola d'ordine è "sospensione dell'incredulità"!

Voto: 7 e speriamo di rivedere, in un seguito, il Dottor Fustino democratico e amorevole sovrano di Latveria. :-)

----------

0 commenti: