Casa del Trashometro
sostare il cursore su titoli di film e nomi di persone per aprire la scheda.

giovedì 24 luglio 2008

[rec]

Partivo con speranze di Grande Trash, con [Rec]: l'horror spagnolo è spesso una garanzia, in tal senso (nonostante a qualcuno piaccia).
Aggiungetevi che Balagueró non è neanche lontanamente tra i miei registi preferiti, e che considero cazzate galattiche i film ripresi in soggettiva di telecamera a mano (e questo lo è dall'inizio alla fine).

La frittata sembrava inevitabile, ed invece... è un discreto film!

Visetto Innocentissimo di una emittente televisiva locale, sta girando un servizio sulla vita notturna della città; è il turno di seguire alcuni pompieri, anche se la routine è noiosa da far paura.
L'apice della serata è una chiamata da parte di alcuni condomini, che sentono rumori provenienti dall'appartamento dove una vecchietta si è barricata.
Sfondata la porta, la simpatica nonnina assale pompieri e poliziotti, mordendoli.
Buono per la TV locale, che ha qualcosa con cui fare il servizio, non fosse per un piccolo dettaglio: in contemporanea l'intero edificio viene sigillato dalle autorità sanitarie, supportate da squadre speciali pronte ad uccidere chi dovesse tentare la fuga.
Il perché lo si scopre in fretta: la nonnina miete qualche altra vittima, ed anche chi ha ricevuto dei morsi impazzisce/resuscita attaccando gli altri.
Ooops... i rapporti tra condomini (e poliziotti e pompieri) si fanno un tantinello più tesi, mentre si cerca di sopravvivere.
Parte della verità verrà fuori solo alla fine, come ovvio.

Continuo a trovare insopportabile la telecamera a mano, ma qui ha più senso che altrove ed è usata un poco meglio del solito (in teoria è un aggeggio serio ed è maneggiata da un professionista), mentre la regia fa un lavoro discreto ma di sicuro non eccelso - altri avrebbero fatto molto di meglio, col materiale a disposizione (alcune scene avrebbero potuto entrare nella storia dell'horror, ma qui sono un po' buttate via).
Dove brilla è nel delineare i rapporti tra i condomini, nel mostrare le loro paure e reazioni sconsiderate.
Pregevole il finale.

Insomma: uno dei rari horror recenti che in effetti spaventi e crei tensione, complice anche i neanche 80 minuti di durata.
Già in lavorazione il remake americano: non se ne sente davvero il bisogno, per un film del 2007, già degno così com'è.

Voto: 7.5
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , .

----------

0 commenti: