Casa del Trashometro
sostare il cursore su titoli di film e nomi di persone per aprire la scheda.

domenica 24 maggio 2009

Dragon Lee vs the 5 brothers


Con un notevole colpo di scena temporale, il nostro eroe raccoglie le ultime volontà di un combattente nordista della guerra di secessione.

Quando hai dei tirapiedi di tale livello, capisci di essere davvero arrivato. Al fondo.

Uno dei cattivi si bulla del suo ventaglio di carta stagnola.

Già visto all'opera in Secret Ninja, Roaring Tiger (dove interpretava né l'uno, né l'altra), ritroviamo il vecchio amico Dragon Lee, meritoriamente considerato uno dei punti più bassi della bruceploitation.

Va detto subito che questo Dragon Lee vs. the 5 Brothers (o The Angry Dragon) è qualcosa di davvero imperdibile per gli amanti del genere: trama raffinata, gente mal vestita e mai un attimo di noia!

Il nostro eroe fa parte della resistenza Ming che si batte contro il corrotto impero Ching; i ribelli son talmente alla frutta da affidargli una lista (non è dato sapere se sia quella di Schindler o un elenco di persone famose gay) da portare a non si sa bene chi per farci non è ben chiaro cosa.
Per fortuna la sua totale ignoranza dei fatti del mondo viene ripetutamente supplita da una trafila di check-point fatti di Uomini Morenti® (se ne contano almeno quattro), che hanno il buon gusto di istruirlo sul da farsi prima di schiattare.
Fatto l'ennesimo pit-stop sul cadavere di un tale, giungerà a scontrarsi con un fortissimo giovane-vecchio (storia lunga...) dotato di ventaglio e mano metallica - sicuramente una cosa molto simbolica, probabilmente sulla inopportunità dell'onanismo quando si è afflitti da orchite o qualcosa del genere.
Come da contratto, sulla sua strada troverà dei valorosi aiutanti: la Bella Michico Di Turno® dotata di cappello-boomerang (più bello da vedere che efficace) e - credo - pure un medico circense-ciarlatano che in tutto ciò ha sicuramente un ruolo imporante.

L'intero film è un prolungato momento trash in cui non ci si fa mancare proprio niente: gente vestita da imbecilli, buffe protesi, numeri di raro funambolismo, oltre ovviamente ad una marea di combattimenti inconsulti. Vera cifra stilistica di questo pseudo-regista (in combutta con Shi-hyeon Kim) è il feticismo dei piedi: si segnalano infatti una infinità di calci volanti, camminate nel vuoto per colpire i nemici e decine e decine di piedi afferrati al volo. Se piace il genere...

I cattivi son qualcosa di spettacolare: tra i peggio vestiti della storia del cinema, si scoprirà presto che il loro armadio è adeguato all'intelletto.
Lo pseudo-capo grassone trastulla tutto il tempo delle palline metalliche mentre sbraita ordini ai suoi sottoposti, così da ottenere una promozione (sistema empio ma meritocratico, quello Ching). Anche il tipo con la mano di ferro si difende, avendo l'inopportuno vezzo di uccidere tutti quelli che devono dirgli qualcosa (e prima che abbiano modo di farlo...)
Da storia del cinema il momento in cui un prigioniero viene corrotto a suon di denari per ottenere delle informazioni (cfr: "bastone e carota" o "totale confusione mentale"?)
Dragon Lee, dal canto suo, si disturba ad imitare pose, mosse ed urletti di quell'altro in una maniera davvero indecorosa e meritevole di eterna dannazione.

Bellissimo, davvero bellissimo.
Reperibile su amazon, pregevole anche il doppiaggio inglese, comprensibile a frasi alterne.

Voto: 2 Trashometro® 10/10:
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , .

----------

giovedì 21 maggio 2009

san valentino di sangue... ri-treddi

Ho - tanto per cambiare - fatto violenza ai miei sani principi e, complice il fatto che non lo si trovava in 2D in nessun dove ad orari decenti, ho avuto la sventura di vedere pure San Valentino di Sangue in 3D.
Con questo credo di aver foraggiato il mio masochismo per un bel pezzo.

Il tutto non merita neppure una recensione: una stupidità disarmante, vero monumento alla tecnologia tridimensionale, qui usata solo ed esclusivamente per far ingoiare al pubblico qualcosa di indecoroso.
Non rientra neppure sotto l'etichetta "cinema", questo pattume.

Si segnala, oltre all'indecenza collettiva di regia, trama, dialoghi ed interpreti, la scena di nudo integrale più gratuita della storia del cinema, con full-frontal (e pure full-rear ) talmente insistito, inutile e prolungato da suscitare ilarità prima e (ok, quasi ) noia poi. A circa un terzo della scena, inizierete a commentare "no dai, dura ancora molto?!"

Catastrofico.
Stavolta basta sul serio: neppure se torna Kubrick a dirmi che il 3D salverà il mondo, ci riprovo.

Voto: 1. Trashometro® 4/10:
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , .

----------

giovedì 14 maggio 2009

J.J.'s Star Trek

Di Star Trek ho seguito molto poco la serie classica, ho visto però un buon numero di film, quasi tutta The Next Generation ed Enterprise (e mi sono piaciute molto) mentre ho sempre evitato gli altri spin-off.

Avevo una certa fiducia in J.J. Abrams, sperandolo capace di produrre qualcosa di "simile ma diverso", che desse nuova linfa ad una serie seminale per la fantascienza.
Larga parte delle mie aspettative sono andate deluse, ed inizio seriamente a pensare che l'amico J.J. abbia perso il tocco (non che a dirigere sia mai stato un mago, ma almeno in teoria sapeva scrivere: ultimamente mi pare davvero sotto-tono).
Intendiamoci: Star Trek è un film più o meno decente, sicuramente sopra la media se consideriamo la - ad essere buoni altalenante - qualità degli altri film della saga. Però ha tanti e tali difetti che gridano letteralmente vendetta, e che avrebbero richiesto ben poco sforzo, per essere corretti.

Trama: ennesimo stravolgimento temporale (che torna buono come scusa per cambiare molto degli inizi di Star Trek) in cui un allegro minatore Romulano torna indietro nel tempo per vendicarsi del caro vecchio Spock, disintegrando il pianeta Vulcano. Contro di lui viene mandata allo sbaraglio una marea di ragazzini che hanno a malapena finito l'accademia, mentre il grosso della flotta si gratta i didimi altrove.

Mi sta bene che si sia voluto cambiare un po' della personalità dei personaggi per adeguarli ai gusti moderni, ed alla fin fine sia Kirk che Spock risultano decenti, mi sta molto meno bene che si prediligano azione, gags e passo veloce ad una buona trama.
Sì perché Star Trek non ha una trama degna di questo nome, diciamolo: il cattivo è quanto di peggio potesse essere scelto (un fottuto minatore incazzereccio che dio sa come c'ha l'astronave più fica del creato e che riesce addirittura a portarla indietro nel tempo; gli altri almeno facevano fatica...) mentre gli eventi si susseguono senza troppa logica al sol fine di far diventare Kirk comandante nel tempo di un peto.
Lo so, lo so, a qualcuno sarà venuto un coccolone, ma... Old Spock incontrato tra i ghiacci dopo 5 minuti? L'intera flotta al mare? Astronavi che partono con solo cadetti (capitano a parte)? Scotty che salta fuori per magia? Potrei continuare a piacere.
Menzione di demerito per gli intermezzi comici: ne accetto un paio a film se fatti con classe, qui davvero si esagera (unica decente: l'accenno al beagle di Jonathan Archer ) ed alcuni personaggi sono macchiette.
Se questi sono i gusti che soddisfano il pubblico giovane (e si direbbe sia così, almeno in America), siamo messi parecchio male.

Mediamente scarsini gli interpreti (a che pro Winona Ryder?), la regia non brilla ma non fa neppure troppi danni, fetentine le scazzottate ed i mostri che se J.J. non ce li mette non è proprio contento, si vede. Bruttissima la nuova sala macchine dell'Enterprise.

Cosa si salva? Come detto, salvicchio Kirk, Uhura se non altro per motivi estetici ed ho apprezzato il nuovo Spock; folgorante l'inizio con il padre di Kirk; ottimi gli effetti speciali: l'Enterprise in costruzioni è un piacere per gli occhi.

Voto: 6. Si lascia guardare, per carità, ma da qui a considerarlo un capolavoro...
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , .

----------

giovedì 7 maggio 2009

supercroc!

Non ricordo se ho mai visto altro della Asylum, ma so per certo che Lethal Alligator (anche Supercroc) è un incontro davvero traumatico con la nota casa di sotto-produzione.

Gli horror con animaletti hanno segnato la mia infanzia, e dispiace un po' vederli così maltrattati dal solito ricorso ad effetti speciali digitali di infima lega.
Non è comunque il caso di lamentarsene troppo perché Supercroc ha anche la sua porca trama: alcuni militari molto pirla sono alla ricerca di Qualcosa, Qualunque Cosa® lungo un placido fiumiciattolo. La troveranno sotto forma di mega alligatore che ne farà spiedini di fesso.
Non avrà miglior fortuna una seconda squadra, inviata dai soliti militar-scienziati confuso-complottisti in soccorso della prima e per impedire che la tenera bestiola invada la città.

Film miserrimo, in cui la gente cammina e parla dei fatti propri fintanto non arriva l'animalone digitale a mangiarseli.
L'animalone è letteralmente fatto col culo, appiccicato in digitale su fondali con cui non interagisce neanche per sbaglio; va però detto che non difetta in agilità, per essere un coccodrillo dalle dimensioni apparentemente variabili tra 30 ed 800 metri di lunghezza: le parti di gran lunga migliori sono quando sopravvive ad un devastante bombardamento e quando... sbrana un elicottero. Giuro. Un elicottero. In volo. Piuttosto in alto. Un coccodrillo.

Poeticamente, il colpo di scena che prepara il canonico finale aperto avviene in un cassonetto.

Veramente lercio, torna sempre buono per farsi due risate constatando quanto si può cadere in basso se solo lo si vuole.


Voto: 1 Trashometro® 7/10:
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , .

----------

lunedì 4 maggio 2009

IMDbPY 4.1 e IMDbPYKit 1.1.1

Per lo sgomento dei più, ho rilasciato la versione 4.1 di IMDbPY.
Tra le novità, un DTD per validare l'output XML, la possibilità di internazionalizzare alcune parti dell'output ed una caterva di bug corretti.

Contestualmente, viene rilasciata la versione 1.1.1 di IMDbPYKit, interfaccia web (con possibilità di output sia in XML che HTML) per IMDbPY, sviluppata principalmente da H. Turgut Uyar.

IMDbPY è un package Python per l'accesso e la gestione dei dati provenienti dal database di IMDb (sia via rete che in copia locale) e può accedere alle informazioni riguardanti film, persone, personaggi e compagnie.

Prego toccarsi voluttuosamente per festeggiare come si conviene!
Tags: , , , , , , , , , , .

----------